Annette Messager | Messaggera

0

MESSAGGERA

Artista: Annette Messager

Curatore: Chiara Parisi

Luogo: Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

10 febbraio – 23 aprile 2017

Da martedì a domenica, 10.00-19.00 (ultimo ingresso alle 18.30)

biglietto 6 euro, ingresso libero alla mostra tutti i giovedì dalle 17 alle 19

 

Muriel Mayette-Holtz, direttrice dell’Accademia di Francia, con la curatela di Chiara Parisi – già direttrice del Centre international d’art et du paysage de l’île de Vassivière e poi de La Monnaie di Parigi – inaugurano a Villa Medici Messaggera, la prima mostra personale in Italia di Annette Messager e la prima di un ciclo di mostre dal titolo Une, dedicato al lavoro delle grandi artiste contemporanee.

Annette Messager, classe 1943, è una delle artiste più interessanti, eclettiche  e anticonformiste sulla scena artistica internazionale – con mostre al MoMa e al Centre Pompidou, la Messager  riceve  nel 2005  il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia per il Padiglione francese e nel 2016 il nipponico Praemium Imperiale per la scultura.

Dalle gallerie interne alla Fontana della Loggia, dai giardini all’Atelier di Balthus, con diciassette opere, in parte ideate appositamente e altre tra le più significative della lunga carriera, l’artista francese propone un percorso tutto personale all’interno e all’esterno della rinascimentale villa medicea, sede dal 1803 dell’Accademia di Francia.

Nelle gallerie la mostra inizia presentando elementi e simboli ricorrenti in molte sue opere. Con Gants-croix e Gants-triangle, dei guanti infilzati con matite colorate  ben appuntite sono disposti alle estremità di fili che disegnano sulla parete  i simboli rispettivamente della croce e del triangolo.

Giants – croix (particolare), 2016

La mostra prosegue con opere  che parlano dell’amore e dei suoi effetti collaterali come il riposo, la gelosia, lo spasmo.

Jalousie/Love, 2010

Jalousie/Love, 2010

IMG_9604

Spaasm, 2010

Il collage e la fotografia sono presenti in Péché 2 (1990/1991), opera in cui il peccato viene indicato in immagini frammentate di corpi e profusioni di emozioni. Dall’installazione monumentale Eux et Nous, Nous et Eux (2000) in cui 70 animali imbalsamati travestiti da peluche sono disposti su specchi che pendono dal soffitto, si passa a Historie des traversin in cui la morte, ma allo stesso tempo il gioco si compenetrano su vasta scala.

Eux et nous, nous et eux, 2000

Eux et nous, nous et eux, 2000

Nell’opera Casino (2004/2005) che le è valsa il Leone d’oro alla Biennale, l’artista si ispira a Pinocchio quale metafora delle contraddizioni dell’essere umano.

Casino Pinocchio, 2004-2005

Casino Pinocchio, 2004-2005

Un ”inno alla femminilità” lo troviamo invece nel Mercurio del Giambologna che nel giardino brandisce uno scalpo di donna. Nell’Atelier di Balthus, la Messager infine ha ricoperto le pareti  con disegni di uteri che richiamano i fiori e da una Gioconda con l’iscrizione ‘Balthuterus’ o ‘No God in my uterus’.

La danse des cheveux avec Mercure, 2016

La danse des cheveux avec Mercure, 2016

Irriverente e ironici i suoi lavori che rievocano il gioco come approccio al creare, si compongono così dei materiali e delle tecniche più varie. Dalla pittura al disegno alla scrittura, dalla fotografia al collage, dal ricamo all’obiect trouvè, la sua opera ibrida tocca la cultura alta e popolare trattando temi sociali e identitari. In un lavoro basato principalmente sul corpo e la sua riscoperta, l’artista colleziona, cataloga e reinventa oggetti, animali, miti, riti di un quotidiano fatto di storia personale  e storie collettive in cui vita e morte vengono evocate ed esorcizzate contemporaneamente.

 

Print Friendly, PDF & Email
condividi:

Autore

Viviana Quattrini

Laureata in storia dell'arte contemporanea all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", collabora principalmente come critica d'arte con la galleria romana RvB Arts. Ha curato mostre istituzionali e in gallerie private. Scrive come redattrice per la rivista Nucleo Artzine.

Lascia un Commento

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Più info

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi