Autore Tina Grottamara

Recensioni Live babilonia
0

Romaeuropa Festival | Babilonia Teatri | Paradiso

Con il tipico linguaggio scarno e immediato dei Babilonia Teatri, si delineano i profili di volti che vogliono sfuggire alla classificazione, all’appiattimento bieco e semplice del pensare comune e urlano con parole simili a pietre il loro desiderio bruciante di vita, di paradiso sùbito.

Teatro influenza 1
0

Romaeuropa Festival | Floor Robert | InQuanto Teatro | Influenza

Una semplicità disarmante avvolge lo spettatore proiettandolo in un sogno o in un libro incantato. Floor muove i suoi piccoli piedi su uno spazio vuoto abitato da sei palloncini verdi che colorano l’aria, danza nel suo vestito rosa. Sembra una grande bambola di porcellana. I movimenti stilizzati accarezzano lo spazio e ci giocano.

Recensioni Live Dovetuttoèstatopreso02
0

Teatri di Vetro | Bartolini/Baronio | Dove tutto è stato preso

I due attori sono sé stessi, sono quotidiani sia nei gesti che nel modo di raccontare. Sembrano essere sorpresi a casa loro, e il discorso è costruito alla maniera delle chiacchere che si fanno tra amici o tra intimi; passare da un’argomento all’altro per un’invisibile associazione di idee, troncare il filo del discorso, riprenderlo e per moti concentrici trovarsi inconsapevolmente a trattare due o tre parole o temi fondamentali che sono necessari allo sviluppo del groviglio di pensieri, in questo caso: casa, protezione, tarli, bambini.

Teatro it_bestie-gallery-deb-850-5_original
0

Emma Dante | Bestie di scena

Bestie di Scena, spettacolo che squadra l’attitudine basilare dell’essere umano attore da ogni angolatura – in senso letterale -.
Queste angolature sono visive ancora prima che concettuali e ad essere squadrati come bestie in una gabbia sono i corpi degli attori, che mostrano nella loro febbrile dinamica tutte le sfumature della nudità del corpo.

Teatro foto di Enrico Fedrigoli
0

Short Theatre | Fanny&Alexander | Discorso Grigio

In Discorso Grigio la retorica è sottoposta a vivisezione e questa operazione in senso letterale, come in sala operatoria , porta al ritrovamento del cuore del discorso politico. Gesti, parole, atteggiamenti , attraverso l’eterodirezione -Cavalcoli riceve dei comandi misteriosi tramite le cuffie, che riguardano probabilmente sia i movimenti sia che ciò che deve dire-sono smontati e riassemblati dando forma ad un caos che smaschera ogni intenzione ipocrita del politico di rassicurare e convincere.

Teatro ricci
0

Short Theatre | ricci/forte | La ramificazione del pidocchio

Il pidocchio è un parassita infestante e difficile da debellare, la sua proliferazione è spietata e invedente, così come l’omologazione e la mancanza di senso e di identità autentica che ne derivano; temi cari a Pasolini che più di chiunque altro denunciava sul nascere il declino culturale che oggi è diventato strutturale, pienamente espresso e radicato come un enorme parassita con il dono dell’invisibilità.

Teatro sll
0

Short Theatre | El Conde de Torrefiel | Guerrilla

“L’economia è terribilmente erotica e ha sedotto tutto tranne la noia”, pensieri che hanno l’ambizione e il coraggio di riportarci sempre davanti al problema della soffocante vita iperstimolata contemporanea e che raggiungono la loro massima efficacia durante la scena del rave di musica elettronica. Alla compagnia catalana va il merito di aver creato con un linguaggio scenico molto accessibile, dei cortocircuiti percettivi che permettono allo spettatore di guardare con occhi nuovi certi stereotipi del mondo contemporaneo.

Teatro j
0

Jacopo Neri | Il nome proprio

Una racconto famigliare, due gemelli entrambi sposati si preparano ad incontrare il proprio padre che non vedono da tempo, con lo scopo di chiedergli un prestito per aprire le loro reciproche attività. Ma si scopre che il padre non ha mai accettato la scelta dei figli di sposare le reciproche mogli sostenendo che l’una doveva essere la consorte dell’altro e viceversa a causa delle attività dei rispettivi padri, appropriati specularmente per la realizzazione professionale dei mariti.

Recensioni Live noantre
0

Simona Patitucci | Noi romane-Noantre

Si vedono sfilare uno dopo l’altro personaggi come Madama Lucrezia- una delle sei statue parlanti di roma-Agrippina, moglie di Nerone, Accalarenzia-l’allevatrice di Romolo e Remo-; e ancora la Fornarina- musa ispiratrice del pittore Raffaello-. Le voci di queste grandi figure imponenti e in parte quasi sconosciute per la loro influenza risuonano a ritmo della parlata tipica romana, esprimendo così un’ironia e una simpatia schietta che intrattengono piacevolmente il pubblico.

Teatro gli amici del rospo
0

Antonella De Angelis | Gli amici del rospo

La resa scenica non è all’altezza delle istanze portate. Gli attori, per quanto capaci di rendere la tensione emotiva della situazione, sono inseriti in un disegno scenico didascalico, approssimativo e non in grado di rendere in azione l’alta temperatura del testo.

1 2 3