Il sistema di Mel | Riempimi la testa con un mare di cemento

0

Il sistema di Mel | Riempimi la testa con un mare di cemento

 

Il sistema di MelAlbum: Riempimi la testa con un mare di cemento

Band: Il sistema di Mel (Facebook)

Etichetta: I Dischi del MinolloScatti Vorticosi Records

Anno: 2017

 

Il sistema di Mel presenta il suo primo LP, Riempimi la testa con un mare di cemento, a distanza di un anno da Felida X, l’EP con il quale Nucleo ha scoperto questa band.

Maturità

Siamo di fronte ad un disco maturo, si percepisce subito dal primo ascolto, con un suono più attento alla melodia e all’armonia, non tralasciando ovviamente la pompa alternative/rock che li contraddistingue.

Melodia e carattere

Le linee di chitarra di Paolo Bosio sono molto interessanti, si piantano nel cervello e germogliano movimenti ritmati del corpo e della testa. Difficile restare fermi e non cercare di imitare i fraseggi sulla testiera di una chitarra immaginaria (vedi minuto 1.07 di Canzone di un internato, minuto 0.51 di Canzone per un internato).

La voce di Federico Mingardi farà riconoscere Il sistema di Mel per sempre, è molto caratterizzante, nella timbrica e nell’intonazione, che si addice perfettamente allo stile della band.

Resta l’impronta europea nei suoni e negli arrangiamenti, e questo è sicuramente quel qualcosa in più che potrebbe lanciarli nell’olimpo dei grandi palchi.

Singolo

Canzone per un internato è il singolo scelto per il lancio del disco, con un video molto potente; è la canzone che più li contraddistingue in questo LP, perché definisce con chiarezza ciò che ancora sono e ciò che andranno ad essere. Infatti ascoltando l’EP di un anno fa e questo loro primo disco si ha questa impressione, l’impressione di una maturità musicale prorompente.

Bpm e armonia

È un disco che parla di persone, di momenti, emozioni, speranze, aspettative, di Orme lasciate alle spalle, di una Fine, e lo fa sì attraverso le parole, ma anche attraverso la musica, grazie soprattutto ad una tachicardica batteria (Alex Dossi), splendida nel brano Giugno, legata a doppio nodo con l’armonia del basso (Simone Mazzenga), che fanno correre veloce la mente e battere il piede…che per Paolo Conte era uno dei massimi riconoscimenti del pubblico alla musica.

È qualcosa che lascia il segno, che fa riflettere, che fa confrontare.

Hit

Nuova è il brano migliore, è una vera e propria hit.

Rapidità ed esattezza

È un disco piuttosto breve, 23 minuti soltanto, e non è certo un difetto, anche perché Riempimi la testa con un mare di cemento Difetti non ne ha, se non nel titolo di un brano. La potenza di questo LP sta proprio nel conciso, nell’essere diretto, essenziale nel messaggio, un elogio alla rapidità e all’esattezza, in una parola al Timing corretto.

Link utili

Potete ascoltare e acquistare Riempimi la testa con un mare di cemento de Il sistema di Mel, qui:

– Shop di Audioglobehttp://bit.ly/2qZ83QO (formato fisico)

– SPOTIFY ↳ http://spoti.fi/2qShqTP
– DEEZER ↳ http://bit.ly/2rXEhv7
– ITUNES ↳ http://apple.co/2qf85a0
– GOOGLE PLAY ↳ http://bit.ly/2qS7UAe
– AMAZON ↳ http://amzn.to/2rCHGmj
– TIMMUSIC ↳ http://bit.ly/2qmM0BM
– NAPSTER ↳ http://bit.ly/2rTmW7n

condividi:

Autore

Andrea Palazzi

"Il passato è presente in ogni futuro". Andrea Palazzi scrive quello che i suoi occhi osservano e quello che la sua epidermide del cuore assorbe. Nelle sue recensioni traspare la continua ricerca tra l'esatta posizione delle cose e la loro giusta dimensione. Per lui l'arte è l'interazione emotiva tra chi crea e chi osserva.

Lascia un Commento

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Più info

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi