Spring Attitude @ Macro Testaccio

0

Fotoreportage a cura di Enea Tomei

Cosa: Spring Attitude – Festival di club culture

Quando: 24 maggio 2014

Dove: La Pelanda

Line up: Populous – Planningtorock  – Jolly Mare – Illum Sphere

I problemi tecnici nel soundcheck e i due forfait di Fabrice e Actress, concentrano il pomeriggio su una quantità di ascolto accettabile. Apre Populous quindi. Andrea Mangia, sotto contratto per la tedesca Morr. Simpatia e ballabilità alte. Tribalismi accattivanti, percussioni dal vivo incessanti e sonorità afro. Il caldo e raffinato set techno ambient accoglie echi sonori di orde di uccelli e cori umani e dona sorrisi. Reiterazione di accordi gothic pop nel live electro dark di Planningtorock alias Janine (o Jam) Rostron.Bassi tanti, bassi i ritmi e le atmosfere. L’aura drammatica e umana dei video e la distorsione di alcuni passaggi musicali a contrasto con la potente voce, mantiene in bilico l’esibizione tra incubo e sogno. Decisamente settantottino Jolly Mare. Camicia avagliana, occhialone fashion e cuffie satinate, dispensa con profusione ritmi che scatenano la platea per un’ora e mezza. Premio IDA 2010, turntabla come se non ci fosse un domani. Sempre vivace, denso e ammiccante nei remix di successi nostrani. Una disco spacca timpani tra soul, hip hop e house storica. Ryan Hunn alias Illum Sphere chiude con un set a tutto vinile: 33 e 45 giri tra house ruvida e ansimante, squarci seventies e ricami acidi. Molto attento e preciso al mix e nella scelta (che cavalca anche funky e disco) dei pezzi proposti, anche se era da preferire il suo primo lavoro di studio. Album d’esordio già piazzato in scuderia Ninja Tune.

Print Friendly, PDF & Email
condividi:

Autore

Enea Tomei

Enea Tomei, poeta. Mai laureato in filosofia del diritto, scrittore, attore, fotografo, critico con se stesso e delle arti che gli piacciono. Cura la sezione musicale del Festival della scena contemporanea Teatri di Vetro, è caporedattore foto della webzine Nucleo, scrive canzoni, suona e straparla nella band folk ‘n rock PHAKE. Autodidatta in tutto, anzi DIY (anche se il diplomino dell'accademia teatrale ce l'ha), non crede nella reincarnazione ma pratica il miracolo e la telepatia. Consiglia la psicoterapia. Ha mandato tutti e tutto a quel paese per ritrovarsi al punto da cui voleva partire più di vent'anni anni fa. Contento, sì ma più vecchio...

Lascia un Commento

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Più info

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi