Romaeuropa Festival | ColletivO CineticO | Benvenuto Umano

0

Benvenuto Umano ph.

ideazione, regia e coreografia di Francesca Pennini

drammaturgia e operatore shiatsu Angelo Pedroni

con Simone Arganini, Andrea Brunetto, Carmine Parise, Angelo Pedroni, Francesca Pennini, Stefano Sardi

coproduzione CollettivO CineticO, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Festival Città delle 100 Scale

 

21 Ottobre 2017. Teatro Vascello, Roma.

 

Fondato nel 2007 dalla coreografa e danzatrice Francesca Pennini in collaborazione con Angelo Pedroni – drammaturgo e danzatore – , CollettivO CineticO festeggia il suo decimo anno di attività con lo spettacolo Benvenuto umano, con cui partecipa al Romaeuropa Festival, presso il Teatro Vascello.

Il sipario è chiuso all’ingresso del pubblico in sala, ma una voce filtrata da un microfono dà prontamente il suo “benvenuto”. Il pubblico è invitato a chiudere gli occhi e viene guidato lungo un percorso sensoriale prettamente uditivo e visivo, consistente in un lento e graduale abbandono al buio.

L’abbandono, di fatti, è uno dei temi portanti dell’intera performance.

COLLETTIVO CINETICO / FRANCESCA PENNINI BENVENUTO UMANO ideazione, regia, coreografia Francesca Pennini dramaturg e operatore Shiatsu Angelo Pedroni azione e creazione Simone Arganini, Andrea Brunetto, Carmine Parise, Angelo Pedroni, Francesca Pennini, Stefano Sardi coproduzione CollettivO CineticO, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Festival Città delle 100 Scale in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione, Progetto Corpi & Visioni – promosso da Comune di Correggio con il sostegno di MiBACT, Regione Emilia-Romagna, Centrale Fies – art work space residenze Teatro Asioli (Progetto Corpi & Visioni), SZENE Salzburg, Teatro delle Briciole, L’Arboreto – Teatro Dimora residenza stabile Teatro Comunale di Ferrara

Alla riapertura degli occhi, dinanzi al sipario, c’è una figura femminile bendata – Francesca Pennini -, che dichiara di essere “pronta” ad abbandonarsi al ragazzo – Simone Arganini –  che la condurrà davanti ad una videocamera posta alla destra del palco, atta a riprenderla in ogni suo movimento e ritrasmetterlo negli schermi dei dispositivi elettronici che coprono gli occhi dei restanti quattro performerAndrea Brunetto, Carmine Parise, Angelo Pedroni, Stefano Sardi – che occupano invece il centro della scena. Inizia una vera e propria coreografia cieca, che si interrompe ogni qualvolta la corifea bendata si allontana troppo dal campo della videocamera.     L’azione coreografica pone il corpo umano in una perenne dimensione allegorica, le cui regole sono tuttavia ben definite e plasmano in tempo reale l’azione scenica.

Attraversando antiche e disparate discipline, quali la medicina tradizionale cinese, l’astrologia, l’anatomia, il paganesimo o l’arte circense, si delinea un rituale atavico e contemporaneo al tempo stesso che ripristina culture lontane e le proietta nel quotidiano.

Gli ingranaggi di questa complessa macchina scenica sono gli stessi performer, che, oltre ad interpretare ed eseguire evoluzioni acrobatiche e circensi, si occupano pure di creare delle sonorizzazioni live attraverso un ripetitore di suoni, in grado di generare dalle più assordanti alle più delicate melodie. Davvero eccezionale il brano finale, cantato ed armonizzato elettronicamente da Stefano Sardi mentre i compagni di scena stanno preparando la composizione finale.

Le immagini dal forte impatto e la meravigliosa fisicità degli interpreti sono indiscutibili punti di forza di Benvenuto umano. Bisogna tuttavia fare attenzione alla moltitudine di materiali presi in esame e, forse, sacrificare qualche orpello scenico in virtù di un approfondimento di contenuto.

Sicuramente da vedere.

condividi:

Autore

Tony Scarfì

Lascia un Commento

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Più info

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi